Danni sociali ed economici causati dalla dipendenza da droghe

Dipendenza da droghe

Danni sociali ed economici causati dalla dipendenza da droghe

Il problema sociale delle droghe è una sfida complessa e diffusa che riguarda sia la salute che la sicurezza e il benessere emotivo sia delle persone direttamente coinvolte che del resto della comunità.

La dipendenza da sostanze stupefacenti ha infatti un impatto devastante sulla società sia perché coinvolge individui di ogni fascia d’età e appartenenti a tutte le classi sociali, sia perché, a sua volta, chi ne fa uso coinvolge indirettamente altre persone che si trovano quindi a dover fare i conti con il problema della tossicodipendenza pur non essendo affette da questa malattia in prima persona.

Le principali cause della tossicodipendenza

I numerosi studi scientifici condotti nel campo delle tossicodipendenze hanno individuato quattro principali fattori di rischio che potrebbero predisporre un individuo a sviluppare una dipendenza da sostanze stupefacenti:

  • Fattori personali: problemi di salute mentale, bassa autostima, ambiente famigliare disfunzionale e ricerca di nuove esperienze possono spingere gli individui verso l’uso di droghe come via di fuga dai problemi personali;
  • Fattori socioeconomici: la disoccupazione, la povertà e l’accesso limitato all’istruzione possono aumentare il rischio di coinvolgimento nell’uso di droghe.
  • Pressioni sociali: l’influenza del gruppo e il desiderio di adattarsi possono portare le persone a sperimentare alcune sostanze per sentirsi accettate o integrate.
  • Fattori ambientali: la disponibilità e l’accessibilità delle droghe possono variare a seconda delle diverse comunità, influenzando il loro uso e abuso.

Gli effetti sulla società causati dall’uso di droghe

A prescindere da come ogni persona si ritrovi a far abuso di una o più sostanze stupefacenti, quel che è certo è che questo comportamento avrà molti più risvolti negativi di quel che ogni tossicodipendente ammetta. Infatti, i problemi di salute del/della tossicodipendente causati dall’abuso di sostanze non sono che la punta dell’iceberg di una serie di problematiche che coinvolgono tutta la società.

Il secondo problema in ordine di incidenza causato dall’uso di sostanze, dopo quello di salute è quello della criminalità: l’uso di droghe è spesso collegato a fenomeni di illegalità come lo spaccio. Inoltre, un tossicodipendente in astinenza e in preda al fenomeno del craving potrebbe compiere dei furti pur di riuscire a procurarsi la prossima dose.

La gestione della salute e della lotta alla criminalità legata al traffico di sostanze illecite ha un impatto economico non indifferente sulla società che dovrà sostenere ingenti costi in termini di spese sanitarie, legali e sociali.

Infine, chi ha una tossicodipendenza andrà quasi sicuramente incontro a dinamiche relazionali disfunzionali compromettendo i legami familiari e molto spesso perdendo anche il posto di lavoro.

Come intervenire sul problema sociale della droga

Per limitari i danni sociali ed economici legati all’uso delle droghe che si sono appena elencati, la prevenzione è il primo passo per affrontare il problema in modo efficace. La prevenzione si basa su:

  • programmi educativi: implementare programmi di educazione alle droghe nelle scuole per informare i giovani sui rischi e sugli effetti delle droghe, incoraggiando i ragazzi a prendersi cura della propria salute;
  • coinvolgimento delle famiglie: le famiglie svolgono un ruolo chiave nella prevenzione delle droghe. Dovrebbero quindi essere individuate precocemente le situazioni famigliari a rischio per dare supporto alla genitorialità e ridurre così il rischio di dipendenza;
  • campagne di sensibilizzazione: dovrebbero essere condotte in modo costante sul territorio campagne di informazione e sensibilizzazione pubblica per aumentare la consapevolezza sui danni delle droghe e sull’importanza della prevenzione.

Come noto, la prevenzione è fondamentale ma non basta da sola ad eliminare completamente la piaga sociale dell’abuso di sostanze. Quindi, per limitare i danni sociali ed economici dell’uso di droghe si dovrebbe agire in modo efficace anche nei casi in cui un individuo abbia già sviluppato una dipendenza. In questo caso è fondamentale assicurare l’accesso a programmi personalizzati di trattamento e recupero che comprendono:

  • Terapie comportamentali che forniscono gli strumenti utili a sviluppare delle strategie positive per affrontare le sfide legate alla dipendenza;
  • Terapie farmacologiche: in alcuni casi, farmaci specifici possono essere utilizzati per aiutare a ridurre i sintomi di astinenza e rendere più sopportabile il percorso di recupero, mantenendo alta la motivazione a proseguire per la strada dell’abbandono della droga;
  • Diffusione di gruppi di mutuo aiuto grazie ai quali è possibile condividere le proprie esperienze con la droga e trovare confronto e conforto nelle storie altrui.

Non da ultimo, nel processo di recupero, è fondamentale il supporto da parte di familiari, amici e gruppi di supporto. Sarebbe quindi opportuno fornire le informazioni adeguate anche alle persone intorno a chi ha sviluppato un problema di tossicodipendenza.

Il supporto sociale si ottiene anche con interventi informativi mirati per ridurre lo stigma a cui sono sottoposti i tossicodipendenti. Il giudizio sociale e la discriminazione nei confronti di coloro che lottano contro una dipendenza possono ostacolare il loro accesso ai trattamenti e ai servizi di supporto. Promuovere una cultura di comprensione e compassione verso le persone affette da dipendenza è essenziale per aiutarle a chiedere aiuto e ricevere il sostegno necessario.

Come arginare i fenomeni sociali ed economici associati all’uso delle droghe

Il problema sociale delle droghe è una sfida complessa che, pertanto, richiede una risposta altrettanto articolata da parte di molte figure competenti a partire dalla politica pubblica che dovrebbe essere in grado di mettere in campo interventi di prevenzione e trattamento.

Anche le organizzazioni locali, le autorità, le scuole e le aziende possono collaborare per creare programmi e progetti che promuovano stili di vita sani e offrano opportunità di sviluppo per i giovani: la costruzione di reti di supporto nella comunità aiuta a rafforzare il tessuto sociale e a creare un ambiente protettivo per tutti.

Solo attraverso sforzi congiunti e strategie multidisciplinari, si può sperare di ridurre il fenomeno delle dipendenze e creare una società più sana e prospera per tutti.

L’importanza dei centri di recupero per limitare i danni economici e sociali delle tossicodipendenze

La dipendenza causata da sostanze stupefacenti è una malattia con effetti devastanti sulla salute fisica e psicologica di chi ne è vittima ma anche di tutta la società che ne subisce una serie di effetti indiretti.

Cercare di uscire dal tunnel dell’abuso di sostanze stupefacenti è quindi un atto di responsabilità non solo verso sé stessi ma verso tutta la comunità di cui si fa parte, a partire da amici e parenti e estendendo i benefici a tutte le persone indirettamente coinvolte.

Per affrontare e sconfiggere un problema di tossicodipendenza è assolutamente necessario rivolgersi a degli specialisti in grado di dare il supporto richiesto da questo tipo di problema. Spesso, la soluzione migliore è quella di rivolgersi a un centro di recupero specializzato per la disintossicazione da sostanze e la riabilitazione.

In Italia, il Centro San Nicola è un’eccellenza nel campo della disintossicazione, recupero e reinserimento sociale e mette a disposizione dei suoi pazienti una equipe eterogenea composta da medici, psicologi, counselor ed educatori che redigeranno programmi personalizzati sulle esigenze di ogni utente.

Al centro San Nicola, troveranno supporto anche le famiglie dei pazienti che rappresentano un anello chiave del percorso verso la rinuncia alla droga.